Freaks! 8 Racconti

Pagina

FREAKS! 8 Racconti - TOD ROBBINSFREAKS! 8 RACCONTI

BOL

BOOKREPUBLIC

AMAZON IN FORMATO KINDLE!(MOBI)

FELTRINELLI

“Non una semplice raccolta di racconti, ma un vero e proprio progetto editoriale. Freaks!, curato da Alessandro Oliviero per il laboratorio Ctrl Alt Write, affianca alle novelle di Tod Robbins (1888–1949) una ricerca biografica e bibliografica approfondita e un lavoro critico, attraverso il quale presentare ai lettori un personaggio non molto conosciuto, se non dai più esperti, ma di indubbio valore artistico. Questo libro è quindi un percorso vero e proprio alla scoperta di Robbins e del suo “scandaloso” universo letterario, incentrato sull’umanità più debole, reietta, sul “mostro” (non a caso, la sua novella più famosa èFreaks, da cui fu tratto l’omonimo film), inteso non come figura mitologica, ma come materializzazione di tutte le nostre paure. Da: La Bottega Di Hamlin

“Di recente ho fatto approdo su Ctrl Alt Write, uno strano laboratorio editoriale e virtuale che come prima uscita pubblica un’antologia inedita di racconti molto particolare. Si tratta delle storie di Clarence Aaron Robbins (1888–1949), in arteTod Robbins, uno scrittore americano rimasto praticamente muto nel campo editoriale italiano per diversi anni, a parte rare eccezioni (un’antologia Mondadori sulla figura del mostro nel cinema e, di recente, Millennium Thriller, per Newton Compton), ma in entrambi i casi si trattava della pubblicazione dello stesso racconto: Spurs.
Mai sentito? Eppure da questa storia fu tratto uno dei film cult più interessanti del ‘900,Freaks, la pellicola girata da Tod Browning nel 1932, maledetta e vietata per anni nei cinema di tutto il mondo.”
Da Horror Magazine

Si potrebbe pensare che tessere trame fantastico-grottesche sia semplice: una sirena qua, una banshee là, una spolveratina di ululati, luna piena per condire e il gioco è fatto. Neanche per sogno: in questo tipo di racconti eccesso e conseguente noia sono in agguato ed è compito dello scrittore tenere costantemente presente la misura e l’equilibrio di tutte le componenti. Robbins ci riesce alla grande: la giusta dose di non detto, il gusto per l’artificio narrativo più che per quello un po’ splatter della descrizione maniacale e, su tutto, uno stile ricchissimo di visioni, mai stanco di costruire immagini per restituire sensazioni.” Da: Fuori le mura

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...