Possibilità evolutive: la Megavita

Standard

La vita possiede una sola virtù che ne rappresenta anche il limite più grande. thtrippy11wr Ogni specie è in grado di replicare se stessa, ma non può replicarne altre. Le balene producono balene Le rondini producono rondini Le rane producono rane I funghi producono funghi. Se ne traggono vantaggio, le specie si aiutano a vicenda a replicarsi. Le api che portano il polline. L’amico che vi presenta una collega . Ma rimane il fatto. Le balene producono balene, le mantidi producono mantidi e così via. La vita è una condizione fondata sul conflitto. Attiene al bisogno continuo di costruire cose nuove ed eliminare quelle vecchie. Questi due processi sono noti. Se lo scopo della vita è riprodursi all’infinito allora tutte le forme viventi su questo pianeta sono allo stesso punto evolutivo. A metà della scala. Le balene producono balene Le sardine producono  sardine Ma le mantidi non producono sardine E le balene non producono rondini La massima evoluzione sarà raggiunta quando: Le api produrranno rane Le rane produrranno uomini Le formiche produrranno sardine Quando la vita si renderà intercambiabile si espanderà tantissimo e i conflitti che oggi ne rappresentano le fondamenta diventeranno  l’intero palazzo domani; non esisteranno più le specie prese singolarmente  e una bestia ibrida di carne animale e materia virale, un lupo con le radici, un busto umano senza arti ricoperto di spine diventerà il migliore amico di vostro figlio quando va a scuola e a giocare a pallone: questa fase sarà chiamata Megavita e vorrà dire un malefico maelstrom di orge erotiche e lascive da cui proverranno vagiti rauchi di vecchi usciti vivi da feste zoofile terribili e accoppiamenti interspecie devastanti amministrati da austere formiche giganti cuckold. Neonati con la testa di rettile prediranno il futuro. Alla fine la Megavita collasserà tra le sue stesse bestiali pieghe. Questo momento, comunque, è molto lontano. Fino a prova contraria la vita si moltiplica all’infinito finché un’altra vita non prende il sopravvento su quella precedente.

Un po’ di parole sulla Megavita

Quando Haeckel disse che la ontogenesi ricapitola la filogenesi tutti furono d’accordo con la sua affermazione, la sua logica filava come il fior di latte sulla pizza a tranci e aveva lo stesso sapore rassicurante di impasto genuino: cosa era successo? Haeckel aveva osservato la crescita e le fasi cruciali nello sviluppo dell’embrione, la formazione delle varie strutture anatomiche, e aveva notato che queste avvenivano secondo una sequenza analoga a quella della teoria evolutiva degli esseri viventi. Quindi l’embrione aveva prima la forma di rettile, poi quella di un uccello, e così via, il miracolo della creazione veniva ripercorso nello sviluppo embrionale. Evviva. Poi, come accade spesso agli artisti, la sua teoria fu travisata a e utilizzata dai teorici del nazismo e quindi quell’intuizione non sembrava più tanto carina, anzi, della gente ci era morta su quell’idea, e quindi non era più tanto genuina, allora diventò una teoria completamente falsa e per togliersi da mezzo tutte le implicazioni morali fu detto che, amen, avevano sbagliato, niente ricapitola nulla. E così, come era successo anche a Frazer, prima acclamato con il Ramo D’oro e poi seppellito da critiche invidiose quando qualche cervellone si accorse finalmente che il Ramo D’oro era una supercazzola antropologica monumentale che cercava di negare l’originalità storica della religione cattolica, l’intuizione dello scienziato filosofo Haeckel  fu dichiarata obsoleta, sepolta e anche un po’ pericolosa. Ma Haeckel non era stato il primo con la sua teoria della ricapitolazione, già Giordano Bruno lo andava dicendo nel 1600 che c’è un motivo per cui alcune persone somigliano a delle volpi, altri hanno tratti porcini ,ancora altri topini e così via, e infatti fu bruciato vivo dalla chiesa cattolica, il pazzo Giordano sosteneva questa ancora più pazza teoria tutti noi nascondiamo tratti animali, perché in fondo veniamo dallo stesso seme, che poi si è ramificato in diverse sfumature (specie, razze) ma in fondo siamo tutti fratelli. Se tutti deriviamo da un unico seme che sta diramando le proprie peculiarità biologiche, allora la megavita non è soltanto una supposizione interessante, ma diventa una teoria molto plausibile. Se gli uccelli sono davvero i discendenti pacifici dei dinosauri e gli uomini i discendenti bellicosi delle scimmie, allora questa inarrestabile diramazione non si ferma da milionii anni e vuol dire che sta continuando anche adesso. Quindi se la vita, come intuito dal pensiero religioso di fin troppe popolazioni è un eterno ritorno un uruboro, il serpente che si mangia la coda, la vita si renderà intercambiabile si espanderà tantissimo e i conflitti che oggi ne rappresentano le fondamenta diventeranno  l’intero palazzo domani; non esisteranno più le specie prese singolarmente  e una bestia ibrida di carne animale e materia virale, un lupo con le radici, un busto umano senza arti ricoperto di spine diventerà il migliore amico di vostro figlio quando va a scuola e a giocare a pallone: questa fase sarà chiamata Megavita e vorrà dire un malefico maelstrom di orge erotiche e lascive da cui proverranno vagiti rauchi di vecchi usciti vivi da feste zoofile terribili e accoppiamenti interspecie devastanti amministrati da austere formiche giganti cuckold. Neonati con la testa di rettile prediranno il futuro. Alla fine la Megavita collasserà tra le sue stesse bestiali pieghe. Questo momento, comunque, è molto lontano. Fino a prova contraria la vita si moltiplica all’infinito finché un’altra vita non prende il sopravvento su quella precedente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...