Terminator 2, una poesia

tumblr_m0k19eiroe1rq8sweo1_500.gif
Standard

mostri micotici

Dimmi che sei tornata dal futuro per uccidermi
Perché diventerò il capo di una ribellione mondiale
E che vi siete detti
Che non c’era modo più brillante di ammazzarmi
che farmi innamorare di te.

Ditemi che le avete provate tutte
che non vi è venuta in mente un’idea migliore
Ditemi che era tutto uno scherzo
quando mi hai detto che stavi con un altro
Ditemi che avete riso
Che avevi un microfono attaccato al cuore
Ditemi che ispezionavate la mia vita da un visore
Che conoscevate tutte le mie mosse
Ditemi che quando sono morto
Avete festeggiato con cinquanta bicchieri di spumante
al centesimo piano di un palazzo di vetro volante
che le finestre luccicavano sferzate da un grandissimo sole artificiale
E il riflesso delle macchine ti stampava arcobaleni sulla faccia
Dimmi che per il tuo lavoro ti hanno dato una stupenda promozione
Che potrai comprarti quella casa che sognavi da bambina
dimmi che se era tutto inventato, se era frutto di un copione,
che l’abbia almeno scritto tu e non un gobbo affabulatore
Ditemi che la mia scomparsa è servita a preservare un bellissimo mondo
Che avete sconfitto il cancro
Che avete eradicato la malinconia
Che la gente può farsi di tutto senza diventare dipendente
Che la vostra è una società perfetta
Dove non c’è il gusto di fare del male
Dove le madri non seppelliscono i propri figli
Dove i vecchi non piangono più
Dove ognuno può decidere il luogo
la data e l’ora esatta
In cui morire

Perché io, ad esempio, avrei voluto morire a Puntapenna
La spiaggia dove da bambino ho curato un grandissimo gabbiano
Che prima di volare via mi ha rivelato che quando sei stanco devi riposare
E custodire la speranza
Di trovare qualcuno che si prenda cura delle tue ferite
quando tutti hanno paura
Era già in alto nel cielo azzurro
quando ha urlato delle parole che non ho capito
e che adesso mi ricordo
Avevano un’eco bestiale
qualcosa di molto distante
dal verso di un animale
somigliavano alla profezia di uno sciamano
alla previsione di un malvagio nostradamus
Saresti tornata
saresti tornata dal futuro per uccidermi.

Un pensiero su “Terminator 2, una poesia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...